Rientrata delegazione dal Kosovo

 
Rientrata dal Kossovo delegazione del Movimento Shalom. A destinazione oltre 18 quintali di generi alimentari.Giovedì 29 settembre si è conclusa con successo la missione di emergenza in Kossovo compiuta da una delegazione di 8 volontari del Movimento Shalom, capeggiata da mons. Andrea Pio Cristiani.Il gruppo, formato da mons. Andrea Cristiani, don Donato Agostinelli, Maria Cioni, Alessio Giani, Samuele Giachè, Mario Rossi, Elia Mannucci e Chiara Baldini è partito domenica scorsa da Fucecchio (FI) con lo scopo di portare a destinazione i frutti della raccolta di derrate alimentari compiuta le due settimane scorse presso i supermercati Coop di Pontedera (PI) e San Miniato (PI). Arrivati in Kossovo lunedì pomeriggio, i volontari hanno compiuto il primo scarico di latte e pasta presso il seminario ortodosso di Prizren, dove studiano una ventina di giovani e che porta ancora oggi i segni dell’incendio subito nel 2004 per mano di estremisti islamici albanesi.

In serata la delegazione è giunta al monastero di Decani. Sulla strada è presente tutt’ora un check point della K-For presidiato dal contingente italiano così come all’ingresso del monastero. All’arrivo la comitiva è stata accolta con gioia da padre Andrej e padre Isaia ed ha partecipato alla liturgia serale della congregazione, una suggestiva ed a tratti ipnotica messa cantata, al lume soltanto di decine di candele ondeggianti che illuminavano gli affreschi bizantini del 1300 presenti nella basilica posta al centro del monastero. Poi l’incontro con l’abate, che ha parlato a lungo di pace con mons. Cristiani, esprimendo la volontà di costruire con il Movimento Shalom uno stabile rapporto di collaborazione.

Martedì 27 il gruppo, accompagnato da padre Andrej, ha fatto tappa presso le case di alcune famiglie in estrema difficoltà, una rom e quattro serbe, dove ha lasciato alcuni pacchi di pasta, fagioli, latte e passata di pomodoro, toccando con mano che cosa può voler dire vivere confinati nel proprio giardino di casa a causa dei rancori che animano tutt’oggi i vicini di casa albanesi, che non accettano il loro rientro su quelle terre dopo la fine della guerra. Nel pomeriggio la visita ad una mensa dei poveri che sfama ogni giorno 80 famiglie e una quarantina di studenti nella città di Pe?. Qui i volontari hanno scaricato la gran parte delle derrate. Prima del rientro a De?ani la delegazione si è recata al Patriarcato di Pe?, città santa degli ortodossi, dove viene incoronato il patriarca ortodosso serbo. Anche questo antico complesso dagli splendidi affreschi, situato a un paio di chilometri dalla città, è difeso dai militari Nato e per visitarlo si devono lasciare i passaporti e ritirare specifici pass.

Mercoledì 28, dopo la visita del monastero guidata da padre Isaia, la delegazione ha lasciato gli ultimi aiuti oltre ad un’offerta in denaro ed è ripartita per l’Italia, via Albania. La scelta di passare da Bari e da Durazzo, risalendo fino alla frontiera sud del Kossovo è stata pressoché obbligata, in quanto le altre frontiere sono attualmente bloccate all’importazione di qualunque tipo di merce a causa dei disordini degli ultimi mesi scoppiati nel nord del Paese e dei quali i volontari Shalom hanno avuto prova martedì apprendendo  la notizia di uno scontro durante una manifestazione a Jarinje nel quale sono rimasti feriti sei civili serbi e quattro militari americani.

Il Movimento Shalom desidera ringraziare Unicoop Firenze per la collaborazione offerta durante la raccolta e tutti coloro che hanno contribuito con generosità donando viveri e generi di prima necessità all’uscita dei due supermercati coinvolti nell’iniziativa.

About these ads

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: